ca195601

Nel 1908 sorge il “Velo Club San Giorgio”, un’associazione privata che si prefigge scopi puramente sportivi e dilettantistici. Formato da una trentina di elementi, questo gruppo effettuava, con le biciclette di allora, veri e propri raid, senza altro premio se non la soddisfazione di arrivare.
    
Negli anni successivi il Velo Club organizza la “Coppa San Giorgio”, vera e propria competizione ciclistica, sul percorso San Giorgio- Novara e ritorno. Al primo classificato, sei cartelle della Tombola nazionale. La prima sede pare sia stata la Trattoria Madonnina in Via Abate Raimondi, ove esisteva il club Elisa, che nel 1921 veniva trasformato in associazione sportiva.
    
Nel 1922, l’Unione Sportiva Sangiorgese, riconosciuta dalla Federazione, si dà un regolare statuto. Presidente è Antonio Fusè. La cerimonia avviene nel settembre del 1922, in Piazza Mazzini. Il discorso inaugurale viene tenuto dal generale degli Alpini Squadroni, invitato da Riccardo Viganò e Giuseppe Comerio. In questo periodo si organizzano tre corse importanti, tra cui la Coppa San Giorgio e il Campionato Sociale. Una di queste viene vinta da Alfredo Rabolini; al secondo posto quel Mara che l’anno dopo batteva Girardengo alla Milano-Sanremo.
   
Il 24 maggio 1924 viene inaugurato il Gagliardetto, sul quale, in campo blu, fa bella mostra di sé lo stemma (molto simile a quello attuale), oltre alla figura del San Giorgio.Dopo le prime corse libere, organizzate a partire dal 1922, dal 1926 le gare vengono omologate dalla Federazione. Fenomeno sportivo del tempo, i Convegni Ciclistici, raduni ai quali si danno appuntamento i ciclisti delle varie società e che arrivano ad avere anche un migliaio di partecipanti. A uno di questi convegni l’Unione Sportiva Sangiorgese manda un gruppo di 25 ciclisti, che giunge in cima al Campo dei Fiori con un furgone carico di 120 kg di vivande, trainato a turno da due corridori. Il gruppo arriva compatto al traguardo e viene premiato.
       
Anche il calcio in quegli anni è fiorente. Nel 1926, accanto a diverse squadre rionali, si afferma l’“Ambrosiana Sangiorgese”, che si impone anche in ambito provinciale. La sua fama si consolida dopo una vittoria contro la “V. Fossati”, i ragazzi dell’Inter di allora, squadra campione d’Italia della categoria.L’andata viene giocata all’Arena di Milano il 28 dicembre 1929 e il ritorno a Villa Cortese (a San Giorgio non esisteva un campo regolamentare) il 6 gennaio 1930. Era la compagine destinata a difendere i colori della Sangiorgese.
             
Negli anni che vanno dal 1927 al 1930, la Sangiorgese si afferma anche nell’atletica leggera. Abbiamo campioni come Melchiorre Pastori, che partecipa con successo ad alcune competizioni podistiche e di cross, spaziando in varie discipline, distinguendosi anche in una marcia di 100 km.
           
Un avvenimento sportivo particolare è la “Corsa delle carriole”, che prende il via alla mezzanotte del 20 settembre 1932, e si svolge sul percorso San Giorgio-Legnano-Tradate-Varese e ritorno, con arrivo alle otto del giorno successivo.
       
Nel 1935 l’OND impegna il Comune alla costruzione di un campo di calcio, a patto che l’”Ambrosiana” si lasci assorbire, cambi nome e vesta la maglia nera coi bordi grigi. La squadra, rafforzata, ben allenata e organizzata, riesce in quegli anni a cogliere numerosi successi anche in campo regionale.
             
Nel 1941/42 la squadra del “San Giorgio” partecipa al Campionato Lombardo e lo vince con otto punti di vantaggio sulla seconda.Questa compagine parteciperà fino al 1950 al Campionato di Prima Divisione. Nel 1947 viene disputata la 10° corsa ciclistica “Coppa San Giorgio”, di 120 km, con giudice d’arrivo Emilio Pastori, dirigente molto attivo, che ha occupato negli anni cariche importanti nel ciclismo anche nazionale, e ottimo organizzatore.
           
Nel 1956 i soci dell’Unione Sportiva Sangiorgese passano da 500 a 800 e gli atleti tesserati da 80 a 300. In questo anno si svolgono diverse competizioni ciclistiche e nasce una manifestazione destinata a diventare sempre più importante: il Cross “Campaccio”. Oltre un centinaio di ragazzi veste la maglia del sodalizio calcistico sangiorgese.
            
All’inizio degli anni 70’, in conseguenza dei Giochi della Gioventù, inizia l’attività della pallacanestro, con formazioni maschili e femminili, si intensifica anche l’opera della Sezione Atletica: si organizza la “Tri Pass e ‘na Curseta”, marcia non competitiva che si è ripetuta per diversi anni. Nel 1972 viene costituita la Sezione Sci Escursionismo.
           
Nel 1973 l’Unione Sportiva Sangiorgese viene insignita dal CONI Provinciale di Milano di una targa che la classifica tra le prime cinque società sportive della nostra provincia. Nel 1974 si registra la partecipazione dell’Internazionale F.C. al torneo sangiorgese di calcio “Trofeo Officine Meccaniche Padovani”, mentre al “Trofeo Foco” di pallacanestro si ha la presenza delle formazioni giovanili di Forst Cantù e Ignis Varese.
        
Nel 1976 il CONI comunica al presidente della Sangiorgese Angelo Alberti il conferimento della STELLA DI BRONZO per meriti sportivi. Nel 1977 e 1978 i nostri atleti ottengono una serie di medaglie d’oro all’Olimpiade dell’Alto Milanese, nell’atletica leggera e nella pallacanestro. La formazione di 1° Divisione femminile ottiene l’ammissione al Campionato di Promozione FIP.
                   
Nel 1979 viene indetta la prima fiaccolata Madonna del Ghisallo-San Giorgio, la corsa ciclistica “Trofeo Minumatic”, mentre il Cross Campaccio registra la partecipazione di atleti polacchi, australiani, spagnoli e norvegesi, a testimonianza dell’ormai consolidata importanza di questa competizione. Nel 1980 ha inizio il corso di ginnastica di mantenimento femminile e nel 1981 si svolge, per gli appassionati di sci, la prima settimana bianca, a Falcade.
          
Nel 1983 il CONI assegna all’Unione Sportiva Sangiorgese la STELLA D’ARGENTO per meriti sportivi e i nostri Allievi del calcio conquistano il titolo di Campioni di Lombardia. Nel 1984 la nostra compagine di sciatori prende parte a “Giocosport”, indetto dalla Provincia di Milano.
             
Un anno importante per l’Unione Sportiva Sangiorgese è il 1985,in quanto, in occasione della fiaccolata Roma-San Giorgio, la fiaccola viene accesa da Papa Giovanni Paolo II in Vaticano, con atleti e dirigenti ricevuti in udienza particolare dal Santo Padre. Nello stesso periodo i nostri atleti ottengono i primi posti nei campionati di calcio Under 20, Allievi e Pulcini, oltre che nella pallacanestro nel torneo di 1° Divisione maschile. Viene inaugurato il nuovo Centro Sportivo Comunale, che nel 1986 ospiterà la prima “Giornata dello Sport”, che coinvolge tutti gli allievi della scuola media di San Giorgio nelle varie gare di atletica leggera.
                  
Nel 1987, 65° dalla fondazione, la formazione Allieve di pallacanestro si aggiudica il titolo Provinciale e poi quello Regionale nei Giochi della Gioventù, rappresentando la Lombardia alla fase Interregionale di Vicenza e ottenendo il 3° posto. Viene organizzata la 1° edizione del Trofeo Bruno Donati di ciclocross.
            
Si giunge così alla data memorabile del 6 maggio 1988, quando il CONI comunica al presidente Alberti l’assegnazione dell’ennesimo riconoscimento alla nostra società: la STELLA D’ORO al merito sportivo, che ci classifica tra le migliori società a livello nazionale. Nello stesso anno, la tradizionale fiaccolata porta dirigenti e atleti ad Assisi. Ottimi risultati nell’atletica, con un nostro atleta campione provinciale di salto in lungo. Nel 1989, in occasione della 33° edizione del Cross “Campaccio”, viene organizzato un concorso fotografico.
            
Grave lutto, nel 1990, per la scomparsa del presidente onorario Comm. Luigi Colombo. Vittoria della formazione di pallavolo femminile nel torneo UISP e affermazioni dei nostri giovani sciatori nelle competizioni organizzate dal quotidiano “Il Giorno”.
          
Il 1991 vede diverse vittorie dei nostri atleti e delle nostre squadre. Nell’Olimpiade dell’Alto milanese da segnalare i tre ori della Sezione Sci, i due della Sezione Atletica e uno della Pallacanestro. La squadra di calcio giovanile partecipa ad un torneo a Barcellona, in Spagna.
          
Nel 1992 l’Unione Sportiva Sangiorgese festeggia i 70 anni di attività, con manifestazioni tradizionali come “Tri Pass e ‘na Curseta” e la “Carriolata” o tornei come la “Dodici Ore” di basket.
          
Quest’anno segna purtroppo anche la scomparsa del Presidentissimo Angelo Alberti, che ha guidato la società per trent’anni, portandola a risultati importantissimi. Le varie sezioni si comportano ottimamente, con un nostro sciatore Campione provinciale all’Aprica.
                  
Nel 1993 viene omologata la nuova pista di atletica e si organizzano subito diverse manifestazioni, tra cui il “Memorial Luigi e Giuseppe Colombo”, Campionato Provinciale di atletica leggera. Significative prestazioni dei nostri rappresentanti nelle varie discipline: uno titolo Provinciale nell’atletica e due nello sci, vittorie nei campionati Cadetti di calcio e Under 14 di pallavolo. Da segnalare la presenza di un ciclista sangiorgese ai Campionati Mondiali di Mountain Bike in Francia.
               
Nell’aprile del 1994, un’assemblea straordinaria mette all’ordine del giorno la proposta di fusione delle due società calcistiche Unione Sportiva Sangiorgese e G.S. La Pergola in un unico sodalizio denominato “Calcio San Giorgio”, che svolgerà attività indipendente. La Sezione Basket festeggia i 25 anni piazzando due squadre ai vertici dei rispettivi campionati.
            
Evento da sottolineare, nel 1995, l’invito all’Unione Sportiva Sangiorgese a partecipare alla gara di assegnazione dei Campionati del Mondo di Cross del 1997, da parte della Federazione. Invito declinato per motivi tecnici, ma motivo di orgoglio per la nostra società, a dimostrazione delle sue capacità organizzative. Nasce la Sezione maschile di pallavolo, dopo la fusione con il Gruppo Oratorio.
              
Risultato agonistico principale dell’anno 1996, la promozione in Serie D della squadra di pallacanestro maschile, obiettivo mai centrato finora da una formazione sangiorgese. Grande lavoro anche nel settore giovanile del basket, che raccoglie, con il Centro Minibasket Alto Milanese, giovanissimi cestisti da San Giorgio, Villa Cortese, Dairago, Busto Garolfo. Costante l’attività della Sezione Sci, con gite e corsi, e ottime prestazioni per i ciclisti.
                
Nel 1997, i 75 anni di attività dell’Unione Sportiva Sangiorgese vedono una nuova promozione della prima squadra di basket, in serie C2, e un’ulteriore evoluzione delle collaborazioni con le società cestistiche della zona a livello giovanile. Passaggi alle categorie superiori anche nella pallavolo, sia maschile sia femminile. Viene introdotto un corso di snowboard nei programmi della Sezione Sci e in rilievo la Sezione Ciclismo con l’organizzazione del Campionato Regionale di mountain-bike. A luglio 1° edizione di “Sangiorgesi in festa”, per celebrare il 75° anniversario della Società e i successi dei suoi atleti durante la stagione.
          
Tre manifestazioni di rilievo, nel 1998, per l’atletica a San Giorgio: la 42° edizione del Cross “Campaccio”; i Campionati Italiani, finale A, per Allievi; i Campionati Italiani, finale B, per Juniores e Allievi. Grandi numeri nel basket, con 234 atleti (191 sotto i 18 anni), 203 partite giocate, più di 30 tra allenatori e dirigenti. Buoni piazzamenti per la mountain bike e stagione positiva per lo sci, con un titolo Provinciale in SuperG.
              
Il 13 giugno 1999, 400 atleti a San Giorgio per il “Trofeo BCC di Busto Garolfo, valevole come Campionato Italiano di Società, finale B, per Allievi, di atletica leggera. Ancora una promozione per la prima squadra di basket, che approda così in Serie C1, permettendo alla nostra Società di disputare un Campionato di Lega Nazionale. Promossi anche i cicloturisti, che conquistano la “Fascia A”.
               
Nel 2000, grandi novità per il “Campaccio”, che si vede trasformato per una volta in Campionato Italiano di Società di corsa campestre, con più di 1200 atleti presenti. Inizia in questa occasione una collaborazione tra l’Unione Sportiva Sangiorgese e il mondo della scuola (elementari e medie) del nostro paese, con incontri, allenamenti durante l’orario scolastico e anche momenti competitivi come “L’Atleta più veloce di San Giorgio”, gara di corsa su varie distanze che si è tenuta nell’ambito della manifestazione “Sangiorgesi in Festa”. Questo per ribadire l’interessamento della nostra Società verso i giovanissimi e la loro crescita ed educazione. Un aspetto che si concretizza anche nel settore giovanile della Sezione Basket, che ha allargato ancora i suoi orizzonti con l’accordo con il Basket Castellanza, arrivando ad avere circa 300 tesserati . La prima squadra raggiunge in questa stagione la finale Play Off del Campionato di Serie C1, mancando per un soffio la promozione in B2. Nella pallavolo, la sezione maschile arriva in Seconda divisione e la sezione femminile piazza due squadre (Under 14 e Mini volley) ai primi posti nei rispettivi campionati. Tripletta (1°-2° e 3°) per la mountain-bike amatoriale al Campionato Provinciale di categoria.

Nel 2001 riprende la sua veste “classica” il Campaccio e prosegue l’attività delle scuole con la 2.a edizione de l’”Atleta più veloce di san Giorgio, che impegna ragazzi tra gli 8 e i 14 anni. Play-out e permanenza in c1 per la prima squadra della pallacanestro, con il settore giovanile in evidenza, con 2 squadre al 1.o posto nei rispettivi campionati. Alla sezione sci viene assegnato il Distintivo d’Argento FISI per l’impegno profuso negli sport invernali.

Ottantesimo compleanno nel 2002 per l’U.S.Sangiorgese, che apre la stagione col Campaccio, per continuare con i Campionati Italiani di società, Finale B allievi e finale assoluti Gruppo B di atletica. Vince tutte le partite la squadra di pallavolo femminile, promossa in 1.a DIVISIONE. Grandi festeggiamenti per gli 80 anni dalla fondazione, con premiazioni per gli atleti e grande spettacolo piro-musicale finale.

Per la nostra società il 2003 inizia positivamente con l’atletica: Campaccio, Memorial Colombo e ben 6 ori vinti dai nelle olimpiadi dell’Alto Milanese. Ancora i giovani protagonisti nel basket, dove due atleti delle giovanili sangiorgesi vengono inseriti stabilmente in prima squadra. Numerose partecipazioni e buoni piazzamenti nel ciclismo, mentre la squadra femminile di pallavolo viene promossa in serie D.

E’ un anno cruciale il 2004 per la Sangiorgese, in quanto la EAA decide di affidarci l’organizzazione del Campionato europeo di corsa campestre del 2006. Un risultato mai raggiunto da un paese così piccolo, che fa onore all’impegno della nostra società.Altro grande successo è la promozione della squadra di basket in serie B2. Una maglia tricolore nel ciclismo Gran Fondo UDACE corona una stagione veramente da ricordare.

Nel 2005 a un anno dall’Europeo, tornano a San Giorgio i Campionati Italiani di società, mentre prosegue il lavoro organizzativo in vista del 10 dicembre 2006, con la presentazione del progetto definitivo alla Federazione europea.La squadra di basket, retrocessa, viene ripescata in B2.

Il 2006 non inizia nei migliore dei modi. Torna purtroppo in C1 la squadra di basket, con la speranza di ben comportarsi anche in questa categoria. La stagione migliora e giunge al suo culmine con il 13° Campionato europeo di corsa campestre che porta a San Giorgio, dopo due anni di lavoro, 600 atleti da tutta Europa, le più alte cariche federali, televisioni e giornalisti. Ottimo il lavoro svolto dalla Sangiorgese e grandi complimenti da tutti per l’efficienza e la puntualità organizzativa.